Google Page Experience Update verrà lanciato a maggio 2021

0
Google Page Experience Upda
Google Page Experience Upda

Google evidenzierà i risultati di ricerca che hanno un’ottima esperienza sulla pagina.

L’ aggiornamento di Google Page Experience è impostato per il lancio il prossimo maggio, Google ha confermato martedì. Circa un anno dopo che la società ha annunciato per la prima volta l’aggiornamento e ci concede altri sei mesi per prepararci.

L’aggiornamento terrà in considerazione l’esperienza utente prevista per il posizionamento nei risultati di ricerca. “Oggi annunciamo che i segnali di esperienza della pagina nel ranking verranno lanciati a maggio 2021”, ha affermato Google nell’annuncio.

Google testerà anche mostrando un “indicatore visivo che evidenzia le pagine nei risultati di ricerca che hanno un’ottima esperienza sulla pagina”, ha osservato la società martedì.

Cos’è l’esperienza della pagina?

Per capire come un utente percepirà l’esperienza di una specifica pagina web, Google valuterà una serie di segnali . Questi includono segnali come la velocità di caricamento di una pagina, se è ottimizzata per i dispositivi mobili, viene eseguita su HTTPS, ha interstitial intrusivi e se il contenuto salta durante il caricamento della pagina.

Come abbiamo delineato maggio , l’esperienza pagina è composta da diversi esistente Google Ricerca fattori di posizionamento, tra cui l’  aggiornamento mobile-friendly ,  Page Speed aggiornamento , la  spinta HTTPS classifica , il  rigore interstiziali intrusivo ,  sicuro pena di navigazione , mentre le metriche di raffinazione in giro per la velocità e la usabilità. Questi perfezionamenti rientrano in ciò che Google chiama Core Web Vitals.

Leggi la nostra guida ai principali parametri vitali del web per un’analisi più approfondita di ciò che devi sapere su queste metriche chiave dell’esperienza utente.

Indicatori visivi dell’esperienza utente nei risultati di ricerca

Quando l’aggiornamento Page Experience sarà pubblicato, Google ha detto che testerà vari modi per visualizzare un “indicatore visivo” nei risultati di ricerca che informerà un ricercatore se ci si aspetta che un risultato di ricerca specifico abbia una grande esperienza. Google ha già mostrato questi tipi di indicatori visivi con icone AMP , etichette lente , etichette ottimizzate per dispositivi mobili e altro ancora.

“Riteniamo che fornire informazioni sulla qualità dell’esperienza di una pagina web possa essere utile per gli utenti nella scelta del risultato di ricerca che desiderano visitare”, ha scritto Google. “Sui risultati, lo snippet o l’anteprima dell’immagine aiuta a fornire un contesto di attualità agli utenti per sapere quali informazioni può fornire una pagina. Gli indicatori visivi sui risultati sono un altro modo per fare lo stesso e stiamo lavorando su uno che identifichi le pagine che hanno soddisfatto tutti i criteri di esperienza della pagina “. [enfasi aggiunta.]

Abbiamo chiesto a Google un esempio di come potrebbe apparire questo indicatore visivo, ma al momento la società non aveva nulla da condividere.

È difficile dire quanto dureranno gli indicatori dell’esperienza utente, dipende da se Google decide, in base ai dati, se vale la pena visualizzarli nei risultati di ricerca.

Prossimamente. Google ha detto che presto potresti vedere queste icone ed etichette nei risultati di ricerca. “Abbiamo in programma di testarlo presto e se il test avrà esito positivo, verrà lanciato a maggio 2021 e condivideremo maggiori dettagli sui progressi di questo nei prossimi mesi”, ha scritto Google.

Come prepararsi per l’aggiornamento di Page Experience

Puoi iniziare a prepararti subito affinché l’esperienza utente diventi un fattore di ranking. Il rapporto Core Web Vitals in Google Search Console  è un ottimo punto di partenza per iniziare a farsi un’idea del rendimento del tuo sito in queste aree.

AMP non sarà necessario per gli articoli da mostrare nel carousel Prima pagina nella ricerca dopo il lancio di questo aggiornamento nel maggio 2021. Google continuerà a supportare AMP, definendolo “uno dei modi più semplici ed economici per gli editori che desiderano ottenere ottimi risultati sull’esperienza della pagina “. Se pubblichi una versione AMP dei tuoi contenuti, la Ricerca Google “si collegherà a quella versione AMP ottimizzata per la cache per ottimizzare la consegna agli utenti, proprio come avviene oggi”, ha affermato la società

Non è ancora chiaro quale impatto avrà questo sulle classifiche. Molti SEO si aspettano che sarà relativamente minore, dal momento che molti dei segnali di Page Experience sono già presenti negli algoritmi di ricerca di Google. Tuttavia, l’indicatore visivo che Google ha annunciato oggi darà ai SEO un oratore più grande per sostenere che le loro aziende prestino maggiore attenzione ai Core Web Vitals e ad altri segnali di esperienza.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui