Home Sicurezza Il modo migliore per eseguire il backup del mio computer

Il modo migliore per eseguire il backup del mio computer

0
Il modo migliore per eseguire il backup del mio computer
Il modo migliore per eseguire il backup del mio computer

Capita a tutti purtroppo di perdere i dati dal proprio dispositivo. Domani il disco rigido del tuo computer potrebbe non funzionare, il ransomware potrebbe tenere in ostaggio i tuoi file o un bug del software potrebbe eliminare i tuoi file importanti. Se non esegui regolarmente il backup del computer, potresti perdere quei file per sempre.

Tuttavia, i backup non devono essere difficili o confusi. Probabilmente hai sentito parlare di innumerevoli diversi metodi di backup, ma quale è giusto per te? E di quali file hai veramente bisogno per il backup?

Proteggi i tuoi dati personali

Cominciamo con l’ovvio: di cosa hai bisogno per il backup? Bene, prima di tutto, è necessario eseguire il backup dei file personali. Puoi sempre reinstallare il tuo sistema operativo e scaricare di nuovo i tuoi programmi se il tuo disco rigido si guasta, ma i tuoi dati personali sono insostituibili.

È necessario eseguire regolarmente il backup di documenti personali, foto, home video e altri dati sul computer. Quelli non possono mai essere sostituiti.

È inoltre possibile eseguire il backup del sistema operativo, dei programmi e di altre impostazioni. Non è necessario eseguirne il backup, necessariamente, ma può semplificarti la vita se l’intero disco rigido si guasta. Se sei il tipo di persona a cui piace giocare con i file di sistema, modificare il registro e aggiornare regolarmente l’hardware, avere un backup completo del sistema può farti risparmiare tempo quando le cose vanno male.

I molti modi per eseguire il backup dei file

Esistono molti modi per eseguire il backup dei dati, dall’uso di un’unità esterna al backup di quei file su un server remoto su Internet. Ecco i punti di forza e di debolezza di ciascuno:

Backup su un’unità esterna : se si dispone di un disco rigido USB esterno, è possibile eseguire il backup su tale unità utilizzando le funzionalità di backup integrate nel computer. Su Windows 10 e 8, usa Cronologia file. Su Windows 7, utilizzare Windows Backup. Su Mac, usa Time Machine. Di tanto in tanto collega l’unità al computer e usa lo strumento di backup. Pro: il backup è economico e veloce. Contro: se la tua unità esterna viene danneggiata il tuo backup può andare perso.

Backup su Internet: se si desidera garantire la sicurezza dei propri file, è possibile eseguire il backup su Internet con un servizio come Dropbox, che è un servizio di file hosting gestito dalla società californiana Dropbox Inc., che offre cloud storage, sincronizzazione automatica dei file, cloud personale e software client.

Ci sono anche concorrenti come Carbonite. Con una tariffa mensile bassa (circa 5 euro al mese), questi programmi vengono eseguiti in background sul PC o sul Mac, eseguendo automaticamente il backup dei file nella memoria Web del servizio. Se perdi quei file e ne hai bisogno di nuovo, puoi ripristinarli. Pro: Il backup online ti protegge da qualsiasi tipo di perdita di dati: guasti del disco rigido, furti, calamità naturali e tutto il resto. Contro: questi servizi di solito costano e il backup iniziale può richiedere molto più tempo rispetto a un disco esterno, specialmente se si dispone di molti file.

Usa un servizio di cloud storage: i puristi del backup diranno che questo non è tecnicamente un metodo di backup, ma per la maggior parte delle persone, ha uno scopo abbastanza simile. Invece di archiviare i tuoi file sul disco rigido del tuo computer, puoi archiviarli su un servizio come Google DriveMicrosoft OneDrive o un servizio di archiviazione cloud simile. Si sincronizzeranno quindi automaticamente con il tuo account online e con gli altri PC. Se il tuo disco rigido si spegne, avrai comunque le copie dei file archiviate online e sugli altri tuoi computer. Pro: questo metodo è facile, veloce e in molti casi gratuito e, poiché è online, ti protegge da tutti i tipi di perdita di dati. Contro: La maggior parte dei servizi cloud offre solo pochi gigabyte di spazio gratuito, quindi funziona solo se si dispone di un numero limitato di file di cui si desidera eseguire il backup o se si è disposti a pagare per spazio di archiviazione aggiuntivo. A seconda dei file di cui si desidera eseguire il backup, questo metodo può essere più semplice o più complicato di un programma di backup diretto.

Un backup non è sufficiente: utilizza più metodi

Quindi quale dovresti usare? Idealmente, ne dovresti usare almeno due. Perché? Perché vuoi backup sia offsite che onsite.

“Onsite” significa letteralmente backup archiviati nella stessa posizione fisica dell’utente. Quindi, se esegui il backup su un disco rigido esterno e lo memorizzi a casa con il tuo PC di casa, si tratta di un backup in loco.

I backup fuori sede vengono archiviati in una posizione diversa. Quindi, se esegui il backup su un server online, come Backblaze o Dropbox, è un backup fuori sede.

I backup in loco sono più veloci e più facili e dovrebbero essere la tua prima linea di difesa contro la perdita di dati. Se perdi i file, puoi ripristinarli rapidamente da un’unità esterna. Ma non dovresti fare affidamento solo sui backup in loco.

I backup fuori sede non devono necessariamente essere un server su Internet e non è necessario pagare un abbonamento mensile. È possibile eseguire il backup dei file su un disco rigido e archiviarli nel proprio ufficio, a casa di un amico o in un caveau di una banca, ad esempio. Sarebbe un po’ più scomodo, ma tecnicamente si tratta di un backup fuori sede.

Allo stesso modo, puoi anche archiviare i tuoi file in Dropbox, Google Drive o OneDrive ed eseguire backup regolari su un’unità esterna. In alternativa, è possibile utilizzare Backblaze per eseguire il backup online e la cronologia dei file di Windows per creare un backup locale. Esistono molti modi per utilizzare questi servizi in tandem e dipende da te come farlo. Assicurati solo di avere una solida strategia di backup, con backup onsite e offsite, in modo da avere una vasta rete di sicurezza per non perdere mai i tuoi file.

Rendi tutto automatico

Tutto ciò può sembrare complicato, ma quanto più automatizzi il tuo sistema di backup, tanto più spesso sarai in grado di eseguire il backup e maggiori saranno le probabilità che ti atterrai. Ecco perché dovresti usare uno strumento automatico invece di copiare manualmente i file su un’unità esterna. Puoi semplicemente configurarlo una volta e poi farà tutto lui.

Se esegue il backup su Internet, si può fare tutto automaticamente ogni singolo giorno. Se è necessario collegare un’unità esterna, è necessario impegnarsi di più, il che significa che si eseguirà il backup meno spesso e alla fine si potrebbe smettere di farlo. Mantenere tutto automatico vale il prezzo.

Se non vuoi pagare nulla e vuoi fare affidamento principalmente sui backup locali, considera di utilizzare un servizio di sincronizzazione dei file come Dropbox, Google Drive o Microsoft OneDrive per sincronizzare i tuoi file importanti online. In questo modo, se perdi il backup locale, avrai almeno una copia online.

In definitiva, devi solo pensare a dove sono i tuoi file e assicurarti di avere più copie in ogni momento. Idealmente, tali copie dovrebbero trovarsi in più di una posizione fisica.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui