Trascrivere il parlato o testi dettati con Microsoft 365

0
microsoft 365
320875 000 51

Microsoft presenta una nuova funzione per trascrivere anche il testo proveniente da file audio precedentemente registrati in vari formati.

L’azienda di Redmond porta al debutto una nuova funzionalità integrata nel pacchetto Microsoft 365. Si tratta di un utile strumento che attiva il motore speech-to-text di Microsoft e che permette di trasformare in testo scritto quello parlato o dettato.

La nuova caratteristica è gratuita per tutti i possessori di un abbonamento Microsoft 365 e, come spiegato in questa pagina ufficiale, funziona sia con il riconoscimento in tempo reale sia inviando in elaborazione un file audio precedentemente registrato (sono supportati i formati mp3, .wav, .m4a e .mp4).

Al momento la trascrizione del parlato e dei testi dettati funziona solo con la versione Web di Word collegandosi con questa pagina.
Cliccando sulla freccia a destra del pulsante Dettatura, in alto a destra, solamente gli abbonati Microsoft 365 potranno selezionare la nuova voce Trascrivi.

 

Il riconoscimento del testo avverrà un paragrafo dopo l’altro e sarà mostrato nel pannello di destra in modo tale che l’utente possa scegliere le frasi da incollare nel documento.
Nel caso in cui si effettuasse una registrazione “live”, si avrà la possibilità di nascondere temporaneamente il pannello di destra in maniera che non sia fonte di distrazione.

 

Sia Word Online, anche in versione gratuita (vedere Word gratis: come utilizzarlo senza spendere un centesimo), che Google Docs supportano comunque la dettatura dei testi con il riconoscimento del parlato acquisito tramite microfono.

La stessa app Google Keep supporta il riconoscimento vocale e la memorizzazione delle note come testo modificabile (e copiabile altrove): Google Keep: per gestire promemoria e note, con OCR e riconoscimento vocale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui