Come liberare spazio prezioso su disco dopo un aggiornamento del sistema operativo

0
Liberare spazio Windows dopo aggiornamento
Liberare spazio Windows dopo aggiornamento

Scopriamo come eliminare correttamente la cartella Windows.old e altre directory inutili, recuperando così alcune decine di Gigabyte.

Chi ha effettuato l’aggiornamento mesi fa ed è soddisfatto del funzionamento del proprio PC può ormai fare a meno di quella cartella, che ha un’utilità soltanto nel caso in cui si decida di tornare a una versione precedente del sistema.

Tale cartella può arrivare a pesare diversi Gigabyte e, sebbene i dischi odierni offrano spazio in abbondanza, si tratta comunque di spazio sprecato.

Fortunatamente Windows stesso offre la procedura per eliminare questo ospite indesiderato tramite l’utilità Pulizia disco (Disk Cleanup).

Per avviare Pulizia Disco è sufficiente scriverne il nome nella casella di ricerca che appare quando si apre il menu Start oppure nella barra di Cortana.

In alternativa, si può aprire Esplora Risorse, quindi scegliere Questo PC e selezionare il drive su cui è installato Windows (generalmente Drive C), per poi cliccarvi sopra con il tasto destro del mouse e scegliere Proprietà. La finestra che apparirà mostrerà il pulsante Pulizia disco, che naturalmente andrà premuto.

Qualunque sia la strada prescelta, si aprirà una finestra dalla quale sarà possibile scegliere l’unità da pulire. Una volta completata la scelta (tipicamente indicando il disco C:), si aprirà un’ulteriore finestra che nella parte bassa avrà il pulsante Pulizia file di sistema.

Windows chiederà nuovamente conferma dell’unitò da pulire e procederà all’analisi. Alla fine di questa fase appariranno diverse scelte relative ai file di sistema non più necessari: mettendo il segno di spunta accanto a quelle voci che si desidera eliminare esse verranno contrassegnate per la rimozione.

Tra queste ci sarà anche Installazioni di Windows precedenti: è questa la voce relativa alla cartella Windows.old rimasta dopo l’aggiornamento.

Altre voci che spesso occupano molto spazio sono quelle relative ai File di registro dell’aggiornamento di Windows e ai File temporanei dell’installazione di Windows.

Una volta completata la selezione basterà premere OK, poi Eliminazione dei file e quindi  alla richiesta di conferma per avviare la procedura di cancellazione: a seconda dello stato del sistema, è possibile arrivare a liberare addirittura alcune decine di Gigabyte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui