10 suggerimenti e trucchi per i Chromebook di Google

0
Chromebook di Google

I Chromebook di Google stanno diventando sempre più popolari. La società di intelligence di mercato ABI Research ha previsto un tasso di crescita annuale del 28 percento fino al 2019, il che significa che entro la fine del decennio verranno spediti 11 milioni di unità all’anno.

Se sei uno dei più recenti convertiti ai Chromebook e stai cercando alcuni dei migliori consigli e trucchi per iniziare, leggi alcuni ottimi suggerimenti …

Crea cartelle nell’app Avvio applicazioni

Il launcher delle app ha fatto molta strada sin dal suo inizio. Oggi rappresenta la versione di Google del tanto dibattuto pulsante di avvio di Windows. Fai clic qui: Nascondi il pulsante Start di Windows 8.1: Nascondi il pulsante di avvio di Windows 8.1 Dopo aver eliminato il pulsante Start in Windows 8, Microsoft ha ripristinato una versione mutilata con l’aggiornamento di Windows 8.1. Ora è un pulsante di scelta rapida per la schermata Start o il desktop e ad alcuni non piace. Leggi altro, che si trova nell’angolo in basso a sinistra dello schermo invece che all’estrema destra della barra delle applicazioni in cui è stato inserito originariamente.

Una funzionalità relativamente nuova del programma di avvio è la possibilità di raggruppare icone e app in cartelle, un’aggiunta che in molti modi la allinea ancora più strettamente con il precedente pulsante di avvio precedente. È una caratteristica gradita, poiché prima della sua introduzione l’avvio delle app potrebbe facilmente essere lungo sette o otto pagine per un utente esperto.

Raggruppare le app è facile: basta fare clic e trascinare un’app sulla parte superiore di un’altra e la cartella verrà creata. Una volta che hai inserito tutte le app che desideri in un gruppo, puoi rinominare la cartella aprendola e sovrascrivendo ‘Folder senza nome’ con la descrizione di tua scelta.

Crea un’unità di recupero

Il sistema operativo stateless del Chromebook significa che è molto raro che qualcosa vada storto, e anche quando si esegue un riavvio spesso si cura il problema.

Tuttavia, come qualsiasi computer, ci sono momenti in cui non si può fare altro che ripristinare il sistema in uno stato di fabbrica pulito. Il Chromebook rende facile sapere quando questo è il caso: vedrai il messaggio “Chrome OS è mancante o danneggiato” quando si avvia la macchina.

Per reinstallare il sistema operativo Chrome devi eseguire un’unità di ripristino utilizzando un’unità flash USB o una scheda SD con almeno 4 GB di spazio di archiviazione. Per avviare il processo, digitare ‘Chrome: // imageburner’ nella omnibox del browser e seguire le istruzioni.

Tieni presente che, se ripristini il tuo computer, perderai tutti i tuoi dati salvati localmente (anche se i dati basati sul cloud si risincronizzeranno automaticamente da soli). Fai i backup!

Apri le app nella loro finestra

Sebbene il sistema operativo Chrome sia basato sulla funzionalità online, è un mito presumere che i Chromebook non funzionino Chromebook offline Non funziona offline? Debunking the Myths Chromebooks non funziona offline? Debunking the Myths Una delle maggiori critiche rivolte ai Chromebook di Google è che sono macchine solo online: ergo, no Internet, nessun punto. Quanto è vera questa affermazione? Leggi di più . Il mito è almeno in parte perpetuato dal fatto che, se non diversamente impostato, tutte le app di Chrome si aprono in una scheda all’interno del browser Chrome.

Se desideri un’esperienza più tradizionale per Windows Chromebook, allora dovresti sapere che è facile rendere le app aperte al di fuori dei limiti del browser Chrome. Ciò è utile anche se hai un Chromebook con uno schermo grande o se stai utilizzando un secondo monitor.

Per rendere le app aperte in modo permanente al di fuori del browser Chrome, devi fare clic con il pulsante destro del mouse sull’icona nel launcher e scegliere ‘Apri come finestra‘. Per fare in modo che le app si aprano in una finestra per una singola sessione, tieni premuto il tasto Maiusc sulla tastiera mentre fai clic sull’app.

Aggiungi scorciatoie al sito web al programma di avvio

Se non ti senti a tuo agio con l’abilitazione di funzionalità sperimentali, questo non è un trucco per te. Se si è, tuttavia, questo tweak è un grande risparmio di tempo per il caricamento dei siti più visitati.

Il programma di avvio è normalmente bloccato e non è possibile aggiungere o rimuovere collegamenti ad esso senza installarli dal Chrome Web Store. Per ovviare a questo, digita semplicemente ‘chrome: // flags / # enable-aerodinamica-hosted-apps’ nella omnibox e fai clic ‘Abilitare’. Riavvia la tua macchina e vai a qualsiasi sito per il quale desideri aggiungere una scorciatoia. Una volta che sei lì, fai clic sul menu del browser in alto a destra e vai a Altri strumenti -> Aggiungi scorciatoia a questo sito web. Ti verrà richiesto di dare un nome al collegamento, fare clic ‘Inserisci’, e ora avrai il collegamento disponibile nel launcher.

Non ci vorrà molto per capire che molte di queste scorciatoie possono essere raggruppate usando il metodo di raggruppamento sopra descritto, rendendo essenzialmente il tuo launcher uno strumento di bookmarking alternativo.

Usa Skype per effettuare chiamate

Uno dei maggiori dubbi e critiche degli utenti Chromebook sul sistema operativo Chrome è stata la mancanza di un’applicazione nativa Skype. Purtroppo, il nuovo plug-in per il browser Skype non funziona ancora sui Chromebook perché richiede che i dati vengano installati direttamente sulla macchina, cosa che il sistema operativo Chrome non consente.

Fortunatamente, questo può essere risolto installando un’altra distribuzione Linux sul tuo computer. Il processo non è il più semplice, ma abbiamo cercato di semplificarlo il più possibile nella nostra guida dettagliata su come installare Linux su un Chromebook Come installare Linux su un Chromebook Come installare Linux su un Chromebook Avete bisogno di Skype sul vostro Chromebook? Ti manca non avere accesso ai giochi tramite Steam? Ti stai struggendo per usare VLC Media Player? Quindi inizia a utilizzare Linux sul tuo Chromebook. Leggi altro, pubblicato all’inizio di quest’anno.

Cambia il tuo canale di rilascio

Chrome OS offre agli utenti quattro distinti canali di rilascio, ciascuno con i suoi vantaggi e svantaggi (sebbene solo tre siano accessibili tramite il normale metodo di commutazione). In poche parole, i canali di rilascio Beta e Developer sono un banco di prova per funzionalità che appariranno (normalmente) sul canale stabile.

Per cambiare il canale su cui è in esecuzione il tuo Chromebook, inserisci ‘Chrome: // help’ nella omnibox del browser, fai clic su Maggiori informazioni -> Cambia canale, e selezionare la versione di rilascio che si desidera eseguire.

Se desideri maggiori informazioni consulta il nostro articolo approfondito che descrive i pro e i contro e ti aiuta a decidere quale canale di rilascio è giusto per te Chromebook – Quale canale di rilascio è adatto a te? Chromebook: quale canale di rilascio è adatto a te? Se desideri un accesso anticipato alle nuove interessanti funzionalità che Google ha pianificato per gli aggiornamenti futuri, perché non modificare il tuo canale di rilascio? Leggi di più .

Abilita ricerca vocale

Nel novembre 2013, Google ha rilasciato un’estensione per Chrome che consente agli utenti di aggiungere la ricerca vocale ai propri schermi di ricerca di Google. Gli utenti Android avranno familiarità con il concetto; la ricerca vocale di Chrome viene avviata dicendo “Ok Google” e può offrire risultati personalizzati sia dal Web che dai tuoi prodotti Google esattamente nello stesso modo in cui Google Now funziona.

L’estensione è ancora in beta ma funziona bene. Scarica Hotword di Ricerca vocale Google direttamente dal Web Store.

Accedi a Windows o Mac da qualsiasi luogo

Nonostante tutti i loro benefici, ci sono alcune occasioni in cui è necessaria la funzionalità estesa di un sistema operativo più tradizionale. Chrome OS non può eseguire software specializzati o giochi installati localmente, quindi cosa puoi fare se desideri ancora sfruttare l’eccellente portabilità di un Chromebook Il tuo Chromebook come dispositivo di viaggio definitivo Il tuo Chromebook come dispositivo di viaggio definitivo Se stai decidendo quale dispositivo per ottenere il tuo prossimo viaggio, puoi prendere in considerazione il check-out dei Chromebook. Ma perché scegliere un Chromebook per viaggiare? Perché, quando si tratta di viaggiare, sono perfetti.

La soluzione è il Chrome Remote Desktop. È disponibile per il download dal Chrome Web Store ed è straordinariamente facile da configurare. Una volta autorizzato l’accesso a Windows o Mac, puoi accedervi da qualsiasi posizione purché sia ​​acceso. L’app consente inoltre di proteggere con password la macchina, il che è molto utile se è probabile che amici o colleghi utilizzino il Chromebook.

Invertire la direzione di scorrimento del touchpad

Se stai eseguendo la migrazione da un Mac, la direzione di scorrimento predefinita del Chromebook può essere inizialmente confusa e frustrante.

Gli utenti che hanno difficoltà ad accettare questo nuovo predefinito possono facilmente invertire la direzione dello scorrimento, quindi dirigersi alle impostazioni Dispositivo -> Touchpad e le impostazioni del mouse e selezionare la casella accanto allo scorrimento australiano. Gli utenti mancini possono anche invertire il pulsante principale del mouse attraverso questo menu.

Ho bisogno di aiuto?

Oltre ai numerosi blog e siti indipendenti eccellenti sul sistema operativo Chrome, gli utenti hanno la guida ufficiale a cui rivolgersi quando hanno bisogno di assistenza.

L’app “Get Help” integrata è stata completamente ridisegnata in primavera e offre ora una guida completa su tutto ciò che riguarda la tua macchina. L’app non può più essere cancellata, suggerendo che questa è una funzionalità che Google spera diventerà la guida go-to per tutto ciò che riguarda il Chromebook.

Articolo precedenteArrivato anche in Italia: Chrome OS, cos’è e come funziona
Articolo successivoDownload Browser Password Decryptor gratis. Scarica 100% sicuro
Web designer e webmaster freelance. Appassionato di comunicazione e nuove tecnologie, sviluppo e gestisco siti web vetrina, e-commerce, magazine dal 1995. Studio l’usabilità dei siti per una migliore fruizione dei contenuti da parte degli utenti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui